Sempre più spesso nel mio lavoro, incontro persone che vengono da me dicendo che non riescono a dimagrire perché sono “intolleranti”. Quando gli chiedo come fanno a saperlo nel migliore dei casi mi tirano fuori dei libri con minuscoli asterischi sui più svariati alimenti cose che è anche difficile trovare nei supermercati più forniti,sostanze che se sono presenti nell’organismo lo sono in quantità irrisorie, e pure loro sono convinti che proprio per quel motivo ingrassano! Prima di diventare “intollerante” anche io a questi argomenti meglio far chiarezza!

ALLERGIA ALIMENTARE:  si intende la reazione avversa ad un’ alimento o ad una sostanza specifica, che genera una risposta forte e ribadisco forte da parte del sistema immunitario e coinvolge degli apparati specifici (sistema respiratorio, cute, intestino ecc.). Gli unici strumenti validati scientificamente per diagnosticarla sono esami sierologici o test cutanei specifici utilizzando 1 alla volta i singoli estratti dell’ allergene quindi l’esecuzione richiede un po’ di tempo.

INTOLLERANZA ALIMENTARE:reazione avversa ad un alimento o ad una sostanza oppure ad una combinazione di più sostanze. Ad esclusione della Celiachia  e altre intolleranze permanenti, dovute ad anomalie nelle attività enzimatiche, le intolleranze sono provvisorie, sporadiche e spesso tardive (significa che si manifestano dopo un po’ di tempo dall’ingestione dell sostanza) i sintomi sono svariati vanno dal semplice mal di testa al gonfiore o alla diarrea e tanto altro. Voglio rassicurarvi sul fatto che chi è intollerante non è detto che sia gonfio o che sia in sovrappeso, quindi se sei tra le persone che si dicono di  intolleranti, chiediti prima cosa fai per ingrassare o per gonfiarti o cosa succede quando hai problemi con il tuo intestino.

Noi non siamo le nostre azioni e quello che facciamo o che non facciamo inevitabilmente coinvolge la nostra salute psicofisica.

E’ risaputo che l’intestino è il secondo cervello e vive le emozioni in sincronia con la nostra mente. Quello che provi, le tue emozioni negative o positive generano una reazione nel tuo corpo, che genera una determinata risposta, proprio come il sistema immunitario risponde a contatto con un’ allergene.

Dalla mia esperienza prima su me stessa, posso dirti che le intolleranze sono innanzitutto una reazione allo stress e per stress intendo anche quello dovuto ad un’alimentazione sbagliata oppure ad uno stile di vita poco salutare. Poi in secondo piano sono una conseguenza ad uno stato di disbiosi. La disbiosi in parole semplici è quello che succede quando nella nostra “casa intestino” accogliamo più spesso ospiti indesiderati (batteri negativi) anziché cari amici (batteri positivi) e quindi succede che vi è un disequilibrio della flora intestinale che gradualmente porta alla cattiva funzionalità della barriera intestinale, e di conseguenza l’insorgenza delle intolleranze. Quindi cosa aspetti? comincia dal tuo intestino a fare un pò di pulizie di primavera!

Spero di aver fatto un po di chiarezza…se vuoi saperne di più sull’argomento scrivimi in  privato

Alessandra

https://www.amazon.it manuale-delle-allergie-intolleranze-alimentari